UNA DANZA NASCOSTA

Questo libro è nato da un’arrabbiatura. Inizialmente avevo pensato a un fumetto, ma poi le parole sono scivolate sulla tastiera, dense. Due voci si alternano. Una racconta fatti in cronologia, l’altra avanza tra impressioni e inquietudini, interrogandosi non soltanto sul senso del teatro o del carcere, ma più in generale sul tentativo di relazionarci a ciò che per noi è lontano, sconosciuto o inaccettabile. È il racconto intimo e insieme pubblico di cosa mi ha spinta, sostenuta e resa felice nel lavoro con persone detenute.

Prefazione di Mimmo Sorrentino, nota di M. Cristina Failla e illustrazioni dell’autrice.

 

Presentazione a cura di Rocco Carbone, 10 dicembre presso cento4 via Borgo Palazzo, Bergamo

Precede la performance ENTRARE con Mariella Sto (azioni) Nina Failla (danza) Ornella Esposito (letture) e il Duo L+R di Adelio Leoni e Roger Rota (musica)

Questa voce è stata pubblicata in notizie. Contrassegna il permalink.